Come Determinare l'arco del piede

Esiste un test, semplice e veloce, che può essere d'aiuto per individuare il tipo di appoggio: basterà osservare la forma dell'impronta. Ecco cosa fare:

1) Versare un sottile strato d’acqua in un recipiente poco profondo.

2) Bagnare la pianta del piede.

3) Salire su un foglio di carta che sia assorbente.

4) Scendere e controllare l’impronta lasciata.

Ora osserva la forma dell'impronta e vedi a quale delle tre assomiglia di più.

PRONATORE.

Contrariamente a quanto molti pensano, la pronazione è una cosa positiva. Il fatto che nell’appoggio col terreno l’arco collassi e la caviglia ruoti verso l’interno è basilare per l’assorbimento degli shock. Se sei un pronatore normale puoi calzare qualsiasi scarpa, ma puoi trovare conveniente rivolgerti a delle scarpe stabili, con moderato supporto dell’arco. Se sei un corridore leggero, con un arco normale, puoi optare per le scarpe ammortizzanti/neutre, senza supporti addizionali; oppure per le ritmi veloci/gara, di poco supporto ma più leggere, e quindi maggiormente adatte a correre veloce.

ARCO PIATTO (BASSO) 

Se vedi l’immagine completa (o quasi) della tua pianta, hai i piedi piatti, ovvero sei probabilmente un iperpronatore. Significa che, un microsecondo dopo l’impatto col terreno, il tuo arco collassa troppo verso l’interno, provocando un eccessivo movimento del piede e aumentando il tuo rischio d’infortuni. Hai bisogno di scarpe stabili, che incorporano accorgimenti quali intersuole a doppia densità o inserti per il sostegno dell’arco, e che sono il meglio per una lieve o media pronazione, oppure di modelli massimo controllo che presentano degli accorgimenti che garantiscono un maggiore supporto all’arco plantare e risultano indicati per i “grandi” iperpronatori, così come per i runner più pesanti (sopra gli 80 kg).

ARCO ALTO 

Se vedi appena il tuo tallone, la zona anteriore del tuo piede e una sottile striscia sul lato esterno, hai un arco alto, il tipo di piede meno comune. Ciò significa che probabilmente sei un iperpronatore, o supinatore, e che le tue gambe sono sollecitate più del dovuto perché gli shock della corsa vengono assorbiti in misura minore a livello del piede per il mancato collassamento dell’arco. Le scarpe più adatte al supinatore sono le ammortizzanti neutre, dotate di un’intersuola morbida che facilita la pronazione. È di vitale importanza che le scarpe di un supinatore non abbiano alcun sistema stabilizzante che riduca o controlli la pronazione.

Prodotto aggiunto alla Lista dei Desideri
Prodotti aggiunti al confronto